Allbirds lancia le prime scarpe da ginnastica vegane al 100% realizzate con riso riciclato e bucce di agrumi

Marchio di calzature Allbirds ha annunciato il lancio delle Plant Pacer, la sua prima sneaker 100% vegana. Mentre Allbirds è tradizionalmente noto per la sua linea naturale di scarpe che incorporano lana di pecora, Plant Pacer utilizza pelle vegetale sostenibile, plastica e priva di petrolio.

88% di carbonio in meno

Il Plant Pacer offre lo stesso comfort distintivo per cui Allbirds è famoso ed è costruito con ingredienti sostenibili innovativi come gomma, oli vegetali, bucce di riso riciclate e persino bucce di agrumi.

Gli ingredienti ecologici della scarpa significano che produce l’88% in meno di carbonio rispetto alla pelle animale convenzionale e il 75% in meno rispetto alle pelli sintetiche standard. Il Plant Pacer, che viene venduto al dettaglio per circa $ 135, include anche fodera leggera in misto TENCEL™ Lyocell a base di eucalipto.

Allbirds offre una versione in tela del Plant Pacer costruito con cotone biologico e disponibile in una più ampia selezione di colori.

Scarpe Allbirds
© Allbirds

Nuovi materiali

L’anno scorso, Allbirds ha annunciato che si stava preparando per la sua IPO di Wall Street, con una valutazione stimata di $ 2 miliardi. I sostenitori del marchio includono Leonardo DiCaprio, Barack Obama e Ashton Kutcher.

Il vegano mercato delle scarpe da ginnastica continua a crescere poiché i marchi utilizzano un numero sempre crescente di materiali creativi a basse emissioni di carbonio e pelli alternative.

Pelle fungo Adidas
© Adidas

Negli ultimi anni, le principali aziende calzaturiere mondiali, tra cui Nike, Adidase Reebok hanno lanciato scarpe da ginnastica realizzate con un’ampia varietà di materiali come pelle di funghi, sughero, plastica a base di mais e fibre riciclate. Altri marchi come Stella McCartney, BLUEVIEW, LØCI e Caval stanno utilizzando materiali ancora più audaci che vanno dalle bucce di mela alla plastica oceanica riciclata per creare calzature più alla moda ed ecologiche.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *