Come utilizzare il visual merchandising per massimizzare le vendite basate sulle piante – vegconomist

ProVeg International ha recentemente pubblicato un infografica che esplora sette diverse tecniche di merchandising che i rivenditori possono utilizzare per rendere l’acquisto a base vegetale semplice e piacevole per i consumatori.

Quando si tratta di vendere alimenti a base vegetale, è particolarmente importante che siano il più facili possibile da individuare, altrimenti si rischia che i consumatori li ignorino del tutto. Quindi, come possono i rivenditori rendere i corridoi e gli scaffali più facili da navigare per i clienti in modo che siano più propensi a fare acquisti a base vegetale?

Gli acquirenti spesso scansionano gli scaffali da sinistra a destra e/o dall’alto verso il basso come se stessero leggendo un libro, quindi i rivenditori dovrebbero rendere questo processo di scansione il più semplice ed efficace possibile. L’utilizzo di tecniche di blocco del visual merchandising è fondamentale.

scaffali del supermercato image courtesy ProVeg
Immagine gentilmente concessa da ProVeg

Tra queste tecniche consigliate c’è il blocco degli ingredienti. In questo metodo, i prodotti che contengono gli stessi ingredienti chiave vengono raggruppati sullo scaffale per aiutare i clienti a trovare facilmente i prodotti che contengono un particolare ingrediente. Ad esempio, nella categoria del latte senza latticini, puoi raggruppare le bevande per mandorla, soia, avena e così via, invece di raggrupparle per marca.

È fondamentale avere una varietà di ingredienti chiave, ma assicurati di sapere quali sono i più apprezzati dal tuo pubblico; le preferenze dei consumatori tendono a variare in base alla località del paese. Oltre a questo, assicurati di non sopraffare i tuoi acquirenti con troppe opzioni, in quanto ciò può rendere i tuoi scaffali disordinati e scoraggianti, influenzando negativamente le vendite.

Scaffali del supermercato con latte alternativo cortesia ProVeg
Immagine gentilmente concessa da ProVeg

“La gamma e la scelta sono fondamentali. Se ai consumatori un prodotto non piace o non piace al loro palato, ci devono essere altre linee da provare, altrimenti può significare una perdita di vendite. È essenziale scansionare costantemente il mercato e tenersi aggiornati con nuove gamme e nuovi lanci di marchi esistenti. Maggiore è la categoria, maggiore è la scelta. Tuttavia, fai attenzione alla duplicazione degli SKU. Sì, i consumatori vogliono la scelta, ma non troppa scelta della stessa cosa “, afferma Lisa Gawthorne, fondatrice di Bravura Foods.

L’obiettivo del visual merchandising è rendere l’esperienza di acquisto (navigazione tra corsie e scaffali) semplice e piacevole per i tuoi clienti, questo, a sua volta, significa che quando si trovano di fronte ai tuoi prodotti a base vegetale, è più probabile che li mettano nel loro cestini. È vantaggioso per tutti!


Per saperne di più sul visual merchandising e scoprire altre tecniche utili, clicca qui per leggere l’articolo completo. Se sei interessato a sviluppare la tua strategia di vendita al dettaglio e ad aumentare i tuoi profitti basati sulle piante, puoi metterti in contatto con ProVeg International all’indirizzo [email protected].

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *