Cosa cercare quando si prova il gusto del proprio caffè a marchio del distributore

Cosa cercare quando si prova il gusto del proprio caffè a marchio del distributore

Ricco. terroso. Nocciola. Agrodolce. L’odore di una buona tazza di caffè può iniziare a svegliarti prima ancora di prendere il primo sorso, e quando lo fai, è come per magia. Ma cosa definisce una buona tazza di caffè?

Che tu sia un intenditore di caffè per tutta la vita o che tu stia appena iniziando a sviluppare un raffinato palato di java, è importante restringere le qualità di un infuso eccellente. Una volta che avrai imparato a degustare il caffè, sarai sulla buona strada per creare un prodotto che puoi promuovere con orgoglio. Qui, offriremo informazioni su come procedere con la degustazione del caffè e quali qualità specifiche cercare.

Che cos’è la coppettazione del caffè?

Coffee cupping è il termine ufficiale per un evento di degustazione di caffè. Il cupping coffee si riferisce al modo in cui i produttori e gli acquirenti di caffè assaggiano il caffè per controllare un lotto per il controllo di qualità. Durante una tazza di caffè, i degustatori valutano il caffè su vari aspetti, come pulizia, acidità, dolcezza, sensazione in bocca e retrogusto. Sulla base di queste classifiche, gli assaggiatori decidono se la partita di caffè è all’altezza dei loro standard.

Come fare una tazza di caffè

Se sei interessato a fare un evento di degustazione di caffè, ti consigliamo di seguire lo schema di base di una tazza di caffè:

  1. Completa una configurazione alla cieca
  2. Annusa gli aromi secchi del caffè
  3. Valutare gli aromi del caffè umido
  4. Assapora i sapori del caffè
  5. Segna il caffè

Le sezioni seguenti daranno un’occhiata più da vicino a ciascuno di questi passaggi.

1. Installazione cieca

Per assicurarti di dare a ogni caffè una degustazione equa e imparziale, ti consigliamo di impostare una tazza di caffè alla cieca. Inizia numerando ogni caffè e scrivendo il caffè e il suo numero su un pezzo di carta. Scrivi i rispettivi numeri sul fondo del recipiente per la preparazione della birra e assicurati di macinare ogni caffè nel recipiente opportunamente numerato. Puoi cambiare il loro ordine dopo la preparazione per impedirti di sapere quale è quale.

Dopo aver numerato tutto, nascondi il pezzo di carta alla vista per impedirti di sbirciare i numeri. Una volta terminata la coppettazione, puoi guardare i numeri sui recipienti per la preparazione della birra per capire l’identità di ogni caffè che hai segnato. Sebbene questo passaggio sia facoltativo, è un metodo eccellente per mantenere onesta l’esperienza di coppettazione ed eliminare qualsiasi pregiudizio rispetto all’origine, alla tostatura o ad altre variabili che potresti avere.

2. Gli aromi del caffè secco

Una volta impostata la tua degustazione alla cieca, sarai pronto per valutare gli aromi del caffè. Una corretta degustazione di caffè implica una miscela di odore e gusto. Prenditi il ​​tuo tempo con entrambi e lascia che i tuoi sensi assorbano ogni dettaglio. Mentre assaggi diversi caffè, prenditi un momento per notarne l’odore prima di sorseggiare. Assicurati che il tuo naso sia pulito e fai il test in una stanza che non sia piena di altri forti odori o distrazioni.

Gli aromi del caffè secco si identificano meglio nel caffè macinato grosso. Puoi annusare i fondi prima della preparazione o macinare un piccolo lotto separato di circa 10 grammi e respirare il profumo. L’odore del caffè può essere suddiviso in tre categorie principali:

  • Enzimatico: Grazie all’origine del chicco di caffè come seme di frutta, molti caffè emanano un aroma floreale o fruttato. Determinato da dove sono stati raccolti i fagioli, questo profumo potrebbe assumere la forma di una bacca dolce o un odore di agrumi agrodolce.
  • Zucchero: Se esposti al calore, gli aminoacidi e lo zucchero possono assumere un aroma di nocciola o cioccolato. A seconda della tostatura del caffè, potresti notare un forte odore di zucchero di canna.
  • Distillazione a secco: Mentre i fagioli cuociono nella tostatrice, possono assumere aromi come legno, tabacco o cuoio. Gli arrosti più scuri avranno profumi di distillazione secca più forti. Anche se questo potrebbe ricordarti un odore di bruciato, questo non significa che gli arrosti scuri abbiano qualcosa che non va, significa solo un sapore più forte.

Prenditi il ​​tuo tempo per prendere nota di questi fattori. Analizza quali tipi di zucchero, enzimi e dettagli di distillazione puoi notare dal solo aroma. Ora è il momento di iniziare il vero divertimento: iniziamo ad assaggiare.

3. Gli aromi del caffè umido

La degustazione del caffè inizia con la sua preparazione. Assicurati di dare a ogni caffè tutto il tempo necessario per prepararsi senza disturbi in modo che i fondi di caffè possano formare una crosta sulla superficie del caffè. Questa crosta serve a bloccare gli aromi del caffè, che ti daranno un odore migliore quando arriva il momento di valutare gli aromi del caffè umido.

Trascorso il tempo di infusione, prendi un cucchiaio dei fondi di caffè appena preparati e inspira profondamente, permettendo agli aromi di inondare i tuoi sensi. Mescola delicatamente i fondi di caffè per interrompere nuovamente gli aromi, quindi inspira per sperimentare un altro odore concentrato degli aromi. Nota se l’aroma umido è diverso dall’aroma secco.

4. La prova del gusto

Con i tuoi sensi olfattivi attivati, è il momento di sorseggiare lentamente il tuo caffè. Assicurati di spostare il liquido intorno alla lingua in modo che ogni papilla gustativa, dal dolce all’amaro, abbia la possibilità di assaporarne il sapore. Ciò si ottiene al meglio attraverso un’azione di sluping. Prendi appunti e condividi i tuoi pensieri. Ripeti questo processo con ogni tipo di caffè che stai assaggiando.

Non c’è limite ai tipi di sapori che puoi assaggiare. Cerca di definire davvero gli aggettivi specifici per descrivere cosa stai bevendo: questo ti aiuterà a confrontare le tue birre e alla fine a decidere quale scegliere come prodotto. Il gusto del caffè può essere definito da note quali:

  • Luminosa
  • Caramellato
  • terroso
  • A base di erbe
  • Nocciola
  • Speziato
  • legnoso
  • Acre

Questo non è un elenco completo: ci sono innumerevoli note di degustazione di caffè che potresti essere in grado di identificare. Diventa creativo!

5. Il punteggio

Quando si seleziona il prodotto giusto per la propria etichetta di caffè privata, ci sono cinque fattori chiave da considerare. Le note uniche di ogni tostato sono influenzate dal tipo di caffè, dal luogo di raccolta e dal modo in cui viene lavorato. Ti consigliamo di prestare particolare attenzione ai tuoi caffè:

  • Dolcezza: Pensa a quanto è dolce il caffè in modo naturale: alcuni saranno più amari di altri. Restringi che tipo di dolcezza è. Ad esempio, il sapore potrebbe ricordarti il ​​miele, lo zucchero bianco o lo zucchero di canna caramellato.
  • Corpo: Alcuni caffè saranno leggeri sulla tua lingua, mentre altri offriranno un corpo più pesante. Confronta il corpo del tuo caffè con il latte, per esempio. Il latte intero e il latte scremato si sentiranno più densi o più sottili in bocca. Lo stesso vale per una tostatura di caffè.
  • Acidità: Sottili sentori acidi, come pompelmo o limone, possono offrire una sensazione piccante e forza alla tua birra. Valuta l’acidità del tuo caffè confrontandolo con gli agrumi.
  • Gusto: Pensa a cosa ti ricorda il sapore di ogni caffè. Che si tratti di una giacca di pelle o di una torta al cioccolato, traccia le connessioni tra il caffè e altri gusti per individuarne il sapore generale.
  • Fine: Dopo aver bevuto l’ultimo sorso, quale sensazione ti rimane in bocca? Potrebbe essere dolce, denso, secco o di lunga durata. La finitura del tuo caffè è importante, poiché lascerà ai tuoi clienti un’impressione duratura.

Soppesare queste importanti caratteristiche rispetto alle tue note sugli aromi dei caffè ti aiuterà a decidere quale caffè ha ottenuto la migliore performance complessiva. Una volta stabilito il punteggio finale di ogni caffè, puoi tornare indietro e verificare la loro identità sul foglio di carta originale per scoprire quale caffè si è rivelato il migliore per il tuo marchio.

Collabora con Joe’s Garage Coffee

Cerchi partner esperti per lanciare la tua private label di caffè? Joe’s Garage Coffee ti copre. In quanto amanti del caffè e persone che amano le persone, da oltre 20 anni forniamo servizi flessibili di tostatura e confezionamento del caffè. Lavoriamo con tutti i tipi di aziende per creare miscele personalizzate, confezionare il tuo caffè torrefatto speciale e aiutare a far funzionare il tuo marchio di caffè a marchio del distributore. Per saperne di più, contatta il nostro team oggi stesso.

Ecco i protocolli e le migliori pratiche della Specialty Coffee Association.

Contenuto relativo

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *