Croccante al mirtillo rosso con farina d’avena e mela pecan senza glutine

Croccante al mirtillo rosso con farina d'avena e mela pecan senza glutine
Mirtilli e mele una combinazione meravigliosa. Le mele dolci croccanti contrastano bene con i mirtilli rossi molto più aspri in tutti i tipi di ricette, dalle torte alle salse. Questo croccante di mirtilli e mele pecan di farina d’avena senza glutine è un semplice dessert che mette in mostra i due frutti in un modo delizioso, con una copertura di farina d’avena e noci pecan che fornisce un contrasto perfetto per il tenero frutto sottostante.

Questo croccante è casalingo e perfetto da servire in una fredda sera autunnale o invernale. Il ripieno è dolce-aspro e ha una bella sfumatura rosa, poiché le fette di mela assorbono un po’ dei succhi delle bacche mentre le patatine fritte cuociono. Il topping è croccante, friabile e ricco di noci, un delizioso contrasto per il tenero frutto sottostante. Il frutto è, ovviamente, una combinazione di mele e mirtilli rossi. La mela deve essere sbucciata e tagliata in 12-16 pezzi prima di essere aggiunta al composto di ripieno per assicurarsi che non siano troppo grandi per cuocere in modo uniforme mentre il dessert cuoce. Mi piacciono le mele dolci, non le Granny Smith estremamente aspre, in questa ricetta, ma puoi usare qualsiasi mela con cui ti piace cuocere.

Il topping stesso è estremamente facile da montare. È una combinazione di farina d’avena, farina di mandorle (nota anche come farina di mandorle), spezie e zucchero di canna, insieme a una manciata generosa di noci pecan tritate per consistenza. Anche se sembra che ci sia più mandorle nella miscela che noci pecan, il sapore burroso delle noci pecan si manifesta davvero nel piatto finito, molto più del sapore della farina di mandorle. Adoro come funzionano le noci pecan con la farina d’avena, le mele e i mirtilli rossi. Detto questo, se sei un grande amante delle mandorle, puoi sostituire anche le noci pecan tritate con mandorle tritate.

In questa ricetta preferisco usare la farina d’avena a cottura rapida. La farina d’avena a cottura rapida è fondamentalmente fiocchi d’avena che sono stati tritati grossolanamente in pezzi più piccoli. I pezzi più piccoli producono una guarnizione più uniforme in questa ricetta e hanno un aspetto leggermente migliore rispetto ai normali fiocchi d’avena. La farina d’avena è naturalmente priva di glutine, ma se devi essere sicuro che questa croccante sia completamente priva di glutine, cerca la farina d’avena che è etichettata “senza glutine” sulla confezione solo per assicurarti che non sia stata lavorata in una struttura con farina di frumento.

Croccante al mirtillo rosso con farina d’avena e mela pecan senza glutine
1 tazza di farina d’avena a cottura rapida senza glutine
1/2 tazza di farina di mandorle
1 cucchiaino di cannella in polvere
1/4 cucchiaino di noce moscata macinata
1/4 cucchiaino di sale
1/2 tazza di zucchero di canna
1/3 di tazza di burro, sciolto e raffreddato
1/3 tazza di noci pecan tritate grossolanamente.
4 mele grandi (circa 2 libbre), sbucciate e affettate
1 1/2 tazze di mirtilli rossi interi, freschi o congelati
1 cucchiaio di amido di mais
1/3 tazza di zucchero

Preriscaldare il forno a 350F. Prendi una teglia da 8×8 o 9×9 pollici.
In una ciotola media, sbatti insieme la farina d’avena, la farina di mandorle, la cannella, la noce moscata, il sale e lo zucchero di canna. Versare il burro fuso e mescolare con una forma fino a quando il composto non si unisce e assomiglia alla sabbia bagnata. Unire i pezzi di noci pecan.
In una ciotola capiente, unire le mele affettate (obiettivo di ottenere 12-16 per mela grande) e i mirtilli rossi con l’amido di mais e lo zucchero, quindi mescolare per unire. Trasferire il composto di frutta nella teglia e stenderlo in uno strato uniforme.
Ricoprite la frutta in modo uniforme con il composto di crumble.
Cuocere per circa 45-50 minuti, o fino a quando la frutta è tenera e il ripieno bolle. SE la parte superiore dovesse rosolare troppo velocemente, copritela con un foglio di alluminio senza stringere.
Lasciar raffreddare prima di servire, ma può essere servito tiepido o a temperatura ambiente.

Serve 6-8

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *