Fare il caffè è un cambiamento chimico? La scienza spiegata!

caffè preparato con chemex

Potresti far bollire l’acqua per il caffè ogni giorno, ma pensi mai alla scienza alla base di quell’infuso? Trasformare l’acqua e i fondi di caffè in una bevanda saporita potrebbe sembrare una magia, specialmente quando processi di produzione leggermente diversi portano a sapori così drasticamente diversi.

Se sembra uscito da una lezione di scienze, potresti ripensare alle reazioni fisiche e chimiche che hai imparato a scuola e chiederti quale sia. La verità è che la preparazione del caffè è un cambiamento fisico, non chimico. Ma i cambiamenti chimici sono ancora una parte importante del processo, specialmente quando si tratta di tostare i chicchi di caffè.

divisore 4

La produzione di birra: un processo fisico

Quindi, come fa l’acqua a trasformarsi in caffè se non è attraverso una reazione chimica? Tutto ha a che fare con il modo in cui l’acqua dissolve le cose. Quando metti i fondi di caffè solubili in acqua nella caffettiera, l’acqua vi penetra e inizia a trasportare sostanze chimiche che sono già nel caffè. Alla fine, otterrai un mix di molecole d’acqua e tutte le deliziose molecole che compongono il caffè, ma non vengono create nuove molecole.

Anche se non ci sono reazioni chimiche, lievi cambiamenti nel processo possono comunque avere un enorme impatto sul tipo di caffè che ottieni. Le proporzioni esatte dei diversi tipi di molecole cambiano a seconda di come viene prodotta. Uno dei motivi è che l’acqua non filtra tutto alla stessa velocità. Vengono estratti prima i grassi e gli acidi, poi gli zuccheri. Le fibre vegetali sono le ultime di tutte. Ecco perché lasciare il caffè in infusione troppo a lungo lo rende amaro: troppe fibre amare si dissolvono!

caffè preparato
Credito immagine: StockSnap, Pixabay

Tostatura: dove accadono le reazioni chimiche

La produzione della birra potrebbe essere un processo fisico, ma la tostatura è tutta chimica. Quando i chicchi di caffè sono esposti al calore, subiscono tutti i tipi di cambiamenti chimici. Gli elementi costitutivi di base che compongono il materiale vegetale vengono trasformati in più di ottocento diversi composti che conferiscono al caffè il suo ricco sapore e odore. L’umidità fuoriesce dal chicco mentre si trasforma, perdendo alcune proteine ​​e zuccheri e creando al loro posto nuove molecole più digeribili. Come il processo di produzione della birra, piccoli cambiamenti nel processo di tostatura possono fare una grande differenza nella temperatura finale.

torrefazione del caffè in modo tradizionale nel wok
Credito immagine: Laszlo Mates, Shutterstock

La chimica di una buona birra

Quindi, se vuoi una buona tazza di Joe, cosa puoi fare? Conoscere i processi fisici e chimici può aiutarti! Per prima cosa, hai bisogno di fagioli buoni. I chicchi di caffè irregolari o tostati male non resisteranno mai alla tua tostatura di alta qualità preferita. In secondo luogo, hai bisogno di una macinatura uniforme. L’acqua filtra in piccole particelle più velocemente di quelle grandi. Va bene se tutte le particelle di caffè hanno all’incirca le stesse dimensioni, ma se c’è un mix di caffè fine e grosso, hai un problema. I composti amari usciranno dalle piccole particelle prima che quelle grandi abbiano terminato la fermentazione.

Una volta che si arriva alla produzione stessa, i due fattori più importanti sono la temperatura e il tempo. Gran parte dell’enorme varietà di sapori nei diversi tipi di caffè dipende da quali parti dei chicchi di caffè hanno il tempo di dissolversi nell’acqua. Anche le differenze di temperatura avranno un ruolo, conferendo a un caffè freddo un sapore diverso rispetto a un normale infuso di acqua calda. Una volta che sai cosa ti piace, la coerenza è la chiave per ottenere buoni risultati.

divisore 2

Ultimi pensieri

Fare il caffè potrebbe essere un’attività quotidiana, ma non darlo per scontato. I processi chimici e fisici che portano il caffè del mattino dal chicco alla tazza sono complessi e affascinanti. Non c’è da stupirsi che ci siano così tanti diversi tipi di caffè là fuori! Quindi la prossima volta che ti siedi con una bevanda calda e fumante, prenditi un minuto per apprezzare tutti i cambiamenti chimici e fisici che lo rendono possibile.


Credito immagine in primo piano: Thomas Martinsen, Unsplash

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *