Fenics: Sneakers Vegane sostenibili ispirate agli anni Ottanta – vegconomist

azienda francese Fenici produce sneakers vegane di ispirazione anni ottanta con la metà dell’impronta di carbonio rispetto ad altri marchi sul mercato.

Le scarpe richiedono anche la metà della quantità di acqua ed energia per essere prodotte rispetto alle scarpe da ginnastica convenzionali. Ciò è in gran parte dovuto ai materiali sostenibili utilizzati nella loro costruzione.

La parte esterna delle scarpe è realizzata in fibre di mela, mentre la fodera interna è in cotone e la soletta è in poliuretano riciclato. La suola contiene una combinazione di gomma naturale e sintetica.

Le scarpe sono realizzate in un laboratorio artigianale in Spagna, alimentato da energia rinnovabile. Una volta usurati, possono essere restituiti a Fenics e parzialmente riciclati in cambio di un credito di € 20. Per mantenere bassa la loro impronta di carbonio, le scarpe sono disponibili per la consegna solo nelle aree metropolitane di Francia, Belgio, Monaco e Andorra.

© Fenic

Sneakers sostenibili

Con l’aumento delle preoccupazioni ambientali, molti marchi si stanno rivolgendo a metodi nuovi e innovativi per rendere le proprie scarpe più sostenibili. I materiali utilizzati includono di tutto, dai fondi di caffè e mais alla plastica vegetale e alla pelle di mela.

Mentre alcune di queste innovazioni provengono da nuovi marchi, anche quelli affermati come Adidas e Reebok stanno lavorando per ridurre la loro impronta di carbonio, lanciando in molti casi versioni vegane ed ecologiche dei loro modelli di scarpe classiche.

Il mercato delle calzature vegane ora vale 42,18 miliardi di dollari e si prevede che raggiungerà i 76,30 miliardi di dollari entro il 2030.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *