Forsea Foods raccoglie 5,2 milioni di dollari per l’anguilla coltivata, inaugurerà un impianto pilota nel 2023 – vegconomist

di Israele Forsea alimentiche afferma di essere la prima startup a utilizzare la tecnologia degli organoidi per il suo processo di coltivazione dei frutti di mare, ha raccolto 5,2 milioni di dollari in un round di semi guidato da Target Global, con sede a Berlino.

“Forsea è pronta ad avere un impatto drammatico sull’ecosistema ittico”

Il nuovo finanziamento accelererà la ricerca e lo sviluppo per la coltivazione della carne di anguilla, la prima specie bersaglio dell’azienda, e lo sviluppo di altri pesci. Forsea spiega che ha in programma di inaugurare un impianto pilota nel 2023, consentendo il società per creare un progetto preliminare per un sistema di produzione alfa su larga scala e lanciare i suoi primi prodotti.

Il team di Forsea Foods
© Forsea Foods

Tecnologia degli organoidi non OGM

Secondo Forsea, l’azienda ha sviluppato una piattaforma tecnologica organoide non OGM in cui viene coltivata carne di anguilla ex vivo come una struttura tissutale tridimensionale senza richiedere la fase di ponteggio. Forsea sottolinea che la sua piattaforma organoide richiede meno bioreattori e fattori di crescita, rendendo il processo conveniente rispetto ai tradizionali metodi cellulari coltivati.

Con i nuovi fondi per la ricerca e lo sviluppo, Forsea sta cercando di migliorare ed espandere la propria tecnologia per consentire la crescita degli organoidi nei bioreattori su larga scala, sviluppando al contempo metodi per aumentare la resa di produzione a un costo inferiore.

“Un sistema alimentare sicuro e più resiliente”

“Siamo molto entusiasti di annunciare il completamento di questo round di finanziamento”, ha commentato Roee Nir, CEO e co-fondatore di Forsea. “I nostri investitori esprimono la loro fiducia nella nostra tecnologia rivoluzionaria per la produzione di frutti di mare con un impatto minimo sull’ambiente. La tecnologia degli organoidi brevettata ci consente di contribuire a un sistema alimentare sicuro e più resiliente richiesto dai consumatori”, ha continuato.

forsea cibi coltivati ​​anguilla usati in un nigiri
© Forsea Foods

Salvare i mari mangiando pesce

Forsea mira a preservare gli oceani creando una valida alternativa ai frutti di mare pescati in natura. Secondo Pesce mondialeun istituto di ricerca internazionale senza scopo di lucro, si prevede che la domanda di prodotti ittici raddoppierà entro il 2050 e i settori dell’acquacoltura e della pesca dovranno affrontare serie sfide per soddisfare questa domanda.

Altre aziende che lavorano per alleviare i futuri problemi di approvvigionamento di pesce includono:

Shmuel Chafets, presidente esecutivo e fondatore di Target Global, ha commentato: “Siamo ansiosi di prendere parte alla ricerca di Forsea per creare prodotti ittici sostenibili e migliori per te che non interrompano la biodiversità degli oceani.

“Forsea è pronta ad avere un impatto drammatico sull’ecosistema ittico. La sua piattaforma pilastro risolve un collo di bottiglia nel settore della carne coltivata creando prodotti ittici economici, etici e coltivati ​​che possono sostituire le specie ittiche vulnerabili”, ha aggiunto.

Al round di semi hanno partecipato anche Kitchen FoodTech Hub, PeakBridge VC, Zora Ventures, FoodHack e Milk & Honey Ventures.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *