Il rapporto rileva che un consumatore spagnolo su due acquista prodotti a base vegetale – vegconomist

Viola, Alimenti NeWinde l’Associazione dei produttori e distributori (AECOC) ha commissionato una relazione sui consumatori spagnoli di alimenti a base vegetale, che conferma un crescente interesse per la carne e i prodotti lattiero-caseari a base vegetale in Spagna.

Lo studio mostra che il 50% dei consumatori ha recentemente acquistato un prodotto a base vegetale e il 70% ne acquisterebbe altri nei prossimi mesi.

AECOC SHOPPERVIEWLa piattaforma di ricerca sui consumatori di AECOC, che ha realizzato il rapporto, rivela nell’analisi che più di un quarto degli spagnoli (26,4%) sono consumatori di prodotti vegetali. Il 54,5% delle donne e il 45,5% degli uomini, di età compresa tra i 25 e i 45 anni, che vivono in coppia con figli minorenni e risiedono nelle grandi città, affermano di essere “vegetariani”, nel senso che seguono una dieta flexitariana, vegana o vegetariana, afferma il rapporto.

Maggio vegano, Muse
© Musa

Principali driver di acquisto

Secondo lo studio, i consumatori percepiscono i prodotti di origine vegetale come alimenti più sani con meno grassi, additivi e conservanti con profili nutrizionali migliori rispetto ai prodotti di origine animale, aggiungendo che sono migliori per il pianeta perché inquinano meno ed evitano abusi sugli animali.

Il 75,3% degli spagnoli preferisce acquistare prodotti a base vegetale nei supermercati e negli ipermercati, il 29,2% preferisce i negozi “bio” (biologici) e il 16,5% acquista in erboristeria. Il rapporto evidenzia che l’e-commerce sta diventando sempre più popolare, con il 15,6% degli spagnoli che utilizza questo canale.

Un hamburger di funghi
© Innomy

Campagna di sensibilizzazione ProVeg in Spagna

ProVeg International ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sui social media, Oltre la Carnepromuovere i risultati del suo studio sull’impatto ambientale del cibo in Spagna, incoraggiando i consumatori a passare a diete a base vegetale per mitigare la crisi climatica.

Lo studio dell’organizzazione per la sensibilizzazione alimentare conclude che “se tutta la popolazione spagnola seguisse una dieta a base vegetale per un anno, potrebbe risparmiare circa 1,7 miliardi di litri di acqua, 10 milioni di ettari di terra e più di 62 milioni di tonnellate di CO2 all’anno. “

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *