Le persone con IBS o sindrome dell’intestino irritabile possono bere caffè e se sì

Oggi ci poniamo la domanda:

Le persone con IBS o sindrome dell’intestino irritabile possono bere caffè e se sei a dieta FODMAP, sei in grado di bere caffè?

Negli ultimi anni, molte persone hanno iniziato a parlare della dieta FODMAP e di come può migliorare e alleviare i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile o IBS, come gonfiore e dolore addominale.

Innanzitutto, qual è la dieta FODMAP?

La dieta FODMAP è stata creata in Australia ed è sempre più conosciuta in tutto il mondo come una dieta efficace per la gestione dei sintomi dell’IBS e secondo quanto riferito è efficace per circa il 70% perché la dieta FODMAP migliora i sintomi intestinali.

La dieta FODMAP è un programma dietetico complesso, quindi è importante ricevere consigli di buona qualità su come eseguire correttamente la dieta FODMAP, preferibilmente da un dietologo registrato.

Ad esempio, gli ingredienti ad alto contenuto di FODMAP sono spesso nascosti negli alimenti confezionati, quindi dovrai imparare a leggere gli ingredienti alimentari e imparare a prendere decisioni sensate quando mangi fuori nei ristoranti.

Quindi, le persone con IBS o sindrome dell’intestino irritabile possono bere caffè?

Bene, la cattiva notizia è che il caffè normale con caffeina non fa bene alla sindrome dell’intestino irritabile e generalmente non è raccomandato. È noto che la caffeina colpisce l’intestino per la maggior parte delle persone, ma l’effetto tende a essere peggiore per coloro che hanno l’IBS, quindi è una buona idea eliminare la caffeina che bevi nel caffè, nel tè e in altre bevande.

Quindi, il normale caffè con caffeina nella dieta FODMAP?

Non sorprende che il normale caffè con caffeina non sia nella dieta FODMAP.

Il caffè è tecnicamente un seme e non è consigliato per la fase di eliminazione del protocollo autoimmune che fa parte della dieta FODMAP.

Quindi, se stai seguendo la dieta FODMAP e stai seguendo un rigido protocollo autoimmune, sarebbe saggio rinunciare al normale caffè con caffeina per tutta la durata dell’eliminazione.

Infatti, se sei celiaco o intollerante al glutine, dovresti esplorare la possibilità che il caffè sia uno degli alimenti cross-reattivi più comuni al glutine.

La connessione tra la caffeina e le ghiandole surrenali è che spesso le sovrastimola, il che porta a un ulteriore affaticamento.

Quindi, è facile prendere l’abitudine di usare continuamente la caffeina per mantenere alti i livelli di energia, che possono funzionare temporaneamente, ma possono portare a sintomi surrenali come affaticamento e difficoltà a svegliarsi al mattino.

Ma il caffè decaffeinato è adatto alla dieta FODMAP?

Il caffè decaffeinato è adatto alla maggior parte delle persone che soffrono di sindrome dell’intestino irritabile perché non contiene quasi caffeina.

Qui su DecadentDecaf.com, consigliamo il processo di decaffeinizzazione Swiss Water, che utilizza acqua (senza sostanze chimiche) per decaffeinare i chicchi di caffè ed è privo di caffeina al 99,9%.

Per saperne di più, visita decadentdecaf o controlla il nostro canale youtube per altri video su argomenti di decaffeinato, caffeina e caffè.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *