Pat Brown lascia il ruolo di Impossible Foods per avviare un’impresa di ricerca affiliata – vegconomist

Cibi impossibili il fondatore Pat Brown si dimetterà dal suo ruolo di Chief Visionary Officer presso l’azienda per avviare una nuova impresa di ricerca.

Come riportato da Business Insiderla notizia è stata divulgata tramite e-mail aziendali, che hanno anche rivelato che il nuovo braccio sarebbe stato provvisoriamente noto come Impossible Labs. Secondo quanto riferito, Impossible Foods sta cercando un sostituto per Brown e la nuova impresa non sostituirà il team di ricerca e sviluppo dell’azienda. Invece, Impossible Labs “si concentrerà sull’innovazione trasformativa che spingerà Impossible Foods a raggiungere la nostra missione”.

Sono passati solo sei mesi da quando Brown si è dimesso dalla carica di CEO di Impossible per concentrarsi sulla ricerca e l’innovazione all’interno dell’azienda e non è chiaro il motivo per cui lascerà il suo nuovo ruolo così presto. Tuttavia, è possibile che ritenesse che non ci fosse abbastanza spazio per l’innovazione all’interno del team di ricerca e sviluppo esistente.

Polpette impossibili
© Alimenti impossibili

Obiettivi ambiziosi

Quando Brown ha annunciato per la prima volta che si sarebbe dimesso dalla carica di CEO, ha spiegato che trovava sempre più difficile conciliare business e innovazione. Il suo posto è stato preso dall’ex presidente Chobani e COO Peter McGuinness. Da allora, l’azienda ha continuato a innovare e lanciare nuovi prodotti, come le ciotole a base di carne vegetale e le polpette per bambini e le crocchette per le scuole.

Brown è sempre stato schietto sulla crescita di Impossible e sul potenziale dei prodotti a base vegetale per combattere il cambiamento climatico. Nel 2020 lui detto a MarketWatch che l’espansione dell’azienda è stata limitata solo dalla sua capacità di scalare abbastanza velocemente e di fissare alcuni ambiziosi obiettivi futuri.

“[We want to] sostituire completamente gli animali come tecnologia di produzione alimentare entro il 2035″, ha affermato.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *