PETA offre 1 milione di dollari per un’alternativa alla lana vegana pronta per il mercato – vegconomist

Il gruppo per i diritti degli animali PETA lanciato un premio Vegan Wool Challenge da $ 1 milione questa settimana per trovare il primo individuo, gruppo o azienda che crea un materiale di lana vegana “visivamente, strutturalmente e funzionalmente simile o migliore della lana di pecora”.

La lana animal free vincente deve essere un biomateriale biodegradabile o riciclabile e presentare i tradizionali vantaggi della lana come mantenere la temperatura corporea, neutralizzare le porte e respingere l’umidità. Tra l’altro regole di ingresso per la sfida della lana, PETA richiede ai partecipanti di dimostrare la fattibilità commerciale del materiale innovativo.

kimono niluu in seta vegana nera con fiori rossi
© in città

Alternative ai materiali di origine animale

Questo premio per la lana vegana arriva in un momento in cui le innovazioni nella categoria della pelle senza animali sono fiorenti, con pelle ricavata da baccelli di tamarindo riciclati e pelle di cactus utilizzata per realizzare scarpe, guanti e orologi. La seta vegana appare anche nelle sfilate di moda con startup come a Luu, un’azienda con sede a Miami che ha lanciato una nuova gamma di vestaglie in seta vegana in collaborazione con PETA.

Le pelli vegane derivate dal micelio stanno registrando uno sviluppo significativo, con aziende come Ecovative e Bolt Threads che creano materiali di nuova generazione per i mercati della moda e automobilistico.

agnellini in una fattoria
© PETA

L’industria della lana

Con questa iniziativa, PETA continua a prendere di mira l’industria della lana sostenendo che le pecore sono trattate come macchine per la produzione di lana perché esiste un mercato per il loro vello e la loro pelle. Il gruppo della campagna sottolinea inoltre che l’industria della lana produce enormi quantità di metano, erode il suolo e contamina i corsi d’acqua.

“Tra gli animali, le pecore sono seconde solo alle mucche quando si tratta di produrre il gas serra metano. Gli enormi greggi di pecore allevate nell’industria laniera producono enormi quantità di letame, inquinando acqua, terra e aria. L’allevamento ovino può avere effetti dannosi sugli ecosistemi circostanti. Gli studi hanno dimostrato che le pecore “tuffate”, una sostanza chimica tossica usata per liberare le pecore dai parassiti esterni, possono avvelenare i corsi d’acqua vicini e uccidere i pesci, afferma PETA.

Le domande per il Vegan Wool Challenge Award da 1 milione di dollari sono state aperte il 17 novembre, con ingresso limitato a qualsiasi individuo, gruppo o azienda con un fatturato annuo inferiore a 30 milioni di dollari.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *