Quali sono i sintomi dell’intolleranza alla caffeina e dell’allergia alla caffeina?

Oggi ci poniamo la domanda:

Quali sono i sintomi dell’intolleranza alla caffeina e dell’allergia alla caffeina?

Prima di tutto, iniziamo con le allergie alla caffeina…

Alcune persone possono avere reazioni anafilattiche alla caffeina e ci sono alcune prove genetiche sull’incapacità di elaborare la caffeina.

Questo perché alcune persone non hanno i geni per elaborare correttamente la caffeina e quindi la caffeina si accumula nel corpo di una persona piuttosto che essere scomposta correttamente, quindi sono ipersensibili alla caffeina.

I sintomi fisici dell’ipersensibilità alla caffeina includono eruzioni cutanee, sudorazione, gonfiore e difficoltà respiratorie.

Fortunatamente, essere allergici alla caffeina è raro. Per coloro che sono allergici alla caffeina, è meglio evitare la caffeina e passare invece al caffè decaffeinato.

Ma che dire dell’intolleranza alla caffeina?

La caffeina non è solo caffè, ma anche tanti tipi diversi di tè, bevande energetiche e bibite.

A causa della struttura molecolare della caffeina, una volta ingerita, viene trasportata molto rapidamente nell’organismo e il suo effetto si fa sentire in tempi relativamente brevi.

Alcune persone hanno un’intolleranza alla caffeina, che varia da una sensibilità leggera a una forte.

I sintomi includono insonnia, ansia, irrequietezza, mal di testa, palpitazioni, affaticamento e pressione alta.

La domanda è: quanta caffeina è sicura da bere?

Come per la maggior parte delle intolleranze alimentari, quando la reazione alla caffeina è classificata come intolleranza e non come allergia, la risposta a questa domanda dipende molto dall’individuo.

Le persone sono influenzate dalla caffeina in modi diversi. Alcuni sono molto più sensibili di altri e devono adeguare la loro assunzione di conseguenza.

Le linee guida generali dicono che 3-4 tazze di caffè al giorno vanno bene per la maggior parte delle persone, ma questo potrebbe essere troppo per le persone con intolleranza alla caffeina. In effetti, per alcune persone possono comparire sintomi di intolleranza alla caffeina quando si consumano piccole quantità di caffeina

Naturalmente, il contenuto di caffeina di una tazza di caffè dipende da quanto è grande la bevanda, dal metodo di erogazione, dalla quantità di caffè preparato e dal tipo di caffè in grani, nonché dal livello di tostatura del caffè.

Per gli amanti del caffè che sono intolleranti alla caffeina, è meglio monitorare il consumo di caffeina e magari passare al caffè decaffeinato o alle tisane.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *