Quanta caffeina nel gelato al caffè Haagen Dazs? Cosa sapere!

Gelato al caffè Haagen Dazs

Quando si parla di gelato, non si possono citare i grandi senza Haagen Dazs. Questa leggenda nel mondo delle prelibatezze surgelate esiste dal 1960 ed è sinonimo di sapore straordinario. Uno dei gusti più antichi e più popolari è il loro gelato al caffè. Realizzato con l’essenza dei chicchi di caffè brasiliani che sono stati preparati alla perfezione, questo trattamento congelato è uno dei preferiti dai bevitori di caffè di tutto il mondo.

Mentre il gelato al caffè Haagen Dazs è una delizia piacevole, potresti essere curioso di sapere la quantità di caffeina che si trova all’interno. Per coloro che amano la caffeina durante il giorno, non preoccuparti. Sarai felice di sapere che il gelato al caffè Haagen Dazs contiene solo 19 mg di caffeina in un’intera vasca da 1 pinta.

Impariamo di più su questo gustoso gelato, da dove viene la caffeina all’interno e come i suoi livelli di caffeina si confrontano con altri popolari gelati al caffè sul mercato.

divisore 3

Un po’ di Haagen Dazs

Non puoi discutere del gelato al caffè Haagen Dazs senza dare un’occhiata all’azienda stessa. Tutto è iniziato con un uomo di nome Ruben Mattus. A soli 10 anni ha accettato un lavoro aiutando suo zio mentre vendeva dolcetti al limone surgelati. Questa piccola impresa alla fine si espanse e divenne nota come Senator Frozen Products. Sfortunatamente, gli affari non ce l’hanno fatta, ma questo non ha fermato Ruben. Invece, 30 anni dopo, lui e sua moglie, Rose, decisero di cambiare il nome dell’azienda e provare ancora una volta a vendere il loro gelato artigianale unico.

Nel 1960, Ruben ha inventato il nome Haagen Dazs e la leggenda è nata nel Bronx, New York. All’inizio, Haagen Dazs offriva 3 gusti di vaniglia, cioccolato e il loro famoso gelato al caffè. Con questi 3 gusti, l’azienda ha iniziato a fiorire e diventare un nome familiare anche grazie alla figlia che ha aperto il suo primo negozio nel 1976.

bicchiere di carta haagen dazs
Credito immagine: Husenjan Abdilim, Pixabay

La caffeina in Haagen Dazs

Per i curiosi, sì, il gelato al caffè Haagen Dazs è fatto con caffè genuino. In effetti, usano fagioli brasiliani perfettamente preparati per raggiungere il sapore delizioso. I 19 mg di caffeina che si trovano in una vaschetta, o pinta, di questo gelato sono considerati bassi e simili alla quantità che troveresti in una tazza di caffè istantaneo preparata comodamente a casa tua. Ecco come si confronta Haagen Dazs con alcune delle tue bevande preferite a base di caffè.

Gelato Haagen Dazs 19 mg di caffeina per pinta
Caffè normale 95 mg di caffeina per porzione da 8 once
Caffè istantaneo 57 mg di caffeina per porzione da 8 once
Caffè espresso 64 mg di caffeina per dose
Cappuccino 154 mg di caffeina per porzione da 12 once
gelato al caffè con chicchi di caffè in cima
Credito immagine: foto di margouillat, Shutterstock

Altri gelati al caffè

Anche se può avere un sapore straordinario, il gelato al caffè Haagen Dazs non è l’unico sul mercato. Ciò potrebbe lasciare coloro che sperano di ottenere una leggera spinta di caffeina dal loro dolce trattamento chiedendosi quali marche hanno più caffeina nascosta nella dolce bontà. Diamo un’occhiata in modo da capire meglio come Haagen Dazs si confronta con gli altri giganti del gelato là fuori.

Haagen Dazs 19 mg di caffeina
Ben e Jerry 70 mg di caffeina per tazza
di Breyer 30 mg di caffeina per tazza

Come puoi vedere, Haagen Dazs, sebbene gustoso, è uno dei gelati al caffè disponibili con la minor quantità di caffeina trovata nella vasca.

divisore 2

Pensieri finali

Se ami il gelato e il caffè, Il gustoso gelato al caffè di Haagen Dazs è il trattamento perfetto dopo una lunga giornata. Cosa c’è di meglio, non dovresti aver bisogno di cambiare la tua normale routine di caffeina per goderti la dolcezza grazie ai bassi, 19 mg di caffeina, che si trovano in una delle loro vaschette. Siediti, goditi e assapora la bontà ogni volta che senti la chiamata dei tuoi golosi.


Credito immagine in primo piano: Husenjan Abdilim, Pixabay

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *