Rebl Eats e Mycorena collaborano per rendere la carne alternativa più accessibile nel Nord Europa – vegconomist

Rebl mangia della Finlandia e Mycorena della Svezia hanno stretto una nuova partnership per rendere i sostituti della carne più accessibili in tutto il Nord Europa.

Nell’ambito della nuova partnership, gli sviluppatori di prodotti e gli chef di Rebl hanno sviluppato nuove aggiunte alla categoria dei piatti pronti: piatti pronti freschi con il prodotto di punta di Mycorena, un ingrediente sostenibile e naturale a base di funghi chiamato Promyc. I prodotti lanciati da Rebl Eats sono marchiati Promyc e hanno già generato una grande richiesta dopo un lancio esclusivo in 15 negozi selezionati a Helsinki, in Finlandia, secondo l’azienda.

Lancio multimercato

Nella fase successiva della collaborazione, i prodotti verranno lanciati nel mercato svedese, seguito dal resto della regione nordica e poi dal resto d’Europa. A bordo ci sono anche i primi rivenditori come Carrefour, che ha tenuto la sua prima competizione a base vegetale all’inizio di quest’anno, attirando più di 250 start-up da 50 paesi. Tra i dieci vincitori selezionati c’era Rebl Eats.

© REBL Mangia

All’inizio di quest’anno, Rebl Eats ha lanciato una gamma di prodotti per la colazione pronti da mangiare tra cui budini di chia, avena notturna e panini vegani per la colazione. Dopo aver lanciato con successo le opzioni per la cena, REBL si è concentrata prima sulla colazione e ora sulle opzioni per il pranzo, per “rispondere alle esigenze alimentari dei consumatori durante l’intera giornata”.

Il valore delle vendite al dettaglio di sostituti della carne nell’UE è aumentato di un incredibile 121% in nove anni. Nel 2019 il valore delle vendite ha raggiunto quasi 1,4 miliardi di euro e si prevede che il mercato continuerà a crescere.

La finlandese REBL Eats lancia nuovi prodotti
© REBL Mangia

Allo stesso tempo, c’è stata una forte crescita nei servizi di asporto e convenience. La domanda di prodotti convenience è cresciuta costantemente negli ultimi anni, una domanda che si è intensificata durante la pandemia di Covid 19. Negli ultimi anni, c’è stato un aumento della domanda di tali pasti pronti a base vegetale che non sono solo convenienti e salutari, ma anche gustosi. La disponibilità di tali prodotti, che soddisfano anche la domanda di diverse opzioni e varietà di gusti, è un fattore importante che guida la crescita della categoria globale dei piatti pronti. Si prevede che il mercato globale dei piatti pronti raggiungerà un valore di oltre 213 miliardi di dollari entro il 2026, con l’Europa occidentale che rimarrà il mercato più grande.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *