TCHO Chocolate converte l’intera linea in senza latticini prima del previsto

Marchio di cioccolato artigianale TCHO annuncia di aver completato il passaggio a una linea di prodotti completamente a base vegetale, cessando la sua ultima produzione di cioccolato al latte convenzionale a settembre. L’azienda ha rivelato per la prima volta l’intenzione di rendere l’intera gamma senza latticini entro il 2023 l’anno scorso e afferma di aver raggiunto l’obiettivo prima del previsto.

“Una volta che abbiamo saputo che avremmo potuto fare un cioccolato al latte d’avena incredibilmente delizioso, è stato chiaro che TCHO avrebbe dovuto interrompere tutta la nostra produzione lattiero-casearia e passare al 100% a base vegetale”

TCHO ha già rilasciato le sue prime barrette di cioccolato al dettaglio a base vegetale e cioccolatini fatti in casa alla fine del 2021. Per riformulare la sua linea di cottura professionale senza latticini, TCHO afferma di aver lavorato a stretto contatto con una rete di chef e professionisti della panificazione per valutare nuove formule. Una volta che le formule hanno soddisfatto le aspettative, TCHO ha rilasciato due nuove alternative: Oat My Gawd 46%, un cioccolato a base di avena al latte che sostituisce il suo cioccolato fondente, e Choco Blanco, il primo cioccolato bianco del marchio.

“Durante il nostro intenso processo di ricerca e sviluppo, abbiamo lavorato con chef come David Rodriquez ed Erin Kanagy-Loux, oltre a partner come Salt & Straw e Humphrey Slocombe per perfezionare la linea di cottura professionale di TCHO”, ha affermato Josh Mohr, Senior Vice President Marketing di TCHO . “Il loro aiuto è stato prezioso per mettere a punto la formula e garantire che il cioccolato al latte d’avena fosse delizioso e affidabile nelle cucine professionali come lo è stato il nostro cioccolato convenzionale”.

Cioccolato da forno a base vegetale TCHO
© TCHO

Minori emissioni di gas serra

Alcuni degli chef che usano il cioccolato da forno TCHO includono Saloni Mehra, capo pasticcere del ristorante vegano Michelin Millennium, David Rodriguez del National Exchange Hotel; e la chef pasticcera esecutiva Erin Kanagy-Loux. TCHO è utilizzato anche da Blue Bottle Coffee, Salt & Straw, Humphry Slocombe e The Gourmandise School.

Secondo l’azienda, il suo passaggio all’assenza di latticini è stato ispirato da un impatto ambientale più positivo. A tal fine, rivela che le emissioni di gas serra associate al suo cioccolato senza lattosio sono inferiori di oltre tre quarti rispetto alle barrette al latte originali del marchio.

Gusto pluripremiato

TCHO è un’azienda certificata B-Corp i cui prodotti sono USDA Organic, Fair Trade, senza glutine e kosher. I suoi gusti Toffee Time e Choco Latté sono stati recentemente premiati rispettivamente con il bronzo e l’oro agli International Chocolate Awards, superando il tradizionale cioccolato al latte in un concorso di degustazione.

Ingredienti Cioccolato Vegano Tcho
©Tcho

“Una volta che abbiamo saputo che avremmo potuto fare un cioccolato al latte d’avena incredibilmente delizioso, è stato chiaro che TCHO avrebbe dovuto interrompere tutta la nostra produzione lattiero-casearia e passare al 100% a base vegetale”, ha condiviso Mohr. “Siamo stati in grado di completare la transizione prima del previsto grazie all’accettazione di TCHO a Whole Foods e Safeway nel nord della California questo autunno e alla creazione della nostra linea professionale a base di latte d’avena”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *