Test drive: The Graycano – Barista Magazine Online

Un nuovo gocciolatore ti invita ad entrare nel ciclo del caffè.

DI VASILIA FANARIOTI
CORRISPONDENTE ONLINE SPECIALE

Fotografie per gentile concessione di Vasileia Fanarioti

Il Graycano è un nuovo gocciolatore di metallo che è stato in lavorazione negli ultimi due anni. Progettato in Germania da Nicole Chabot e Felix Brügmann, il Graycano è stato lanciato lo scorso febbraio e sta già facendo scalpore nella comunità globale del caffè.

In effetti, il gocciolatore ha recentemente viaggiato fino a Melbourne, in Australia. Campione tedesco della Brewers Cup Nicole Battefeld-Montgomery e campione austriaco della Brewers Cup Martin Wolfl utilizzato il Graycano per preparare i loro caffè alla World Brewers Cup 2022. La nostra curiosità è stata stuzzicata quando abbiamo visto il design sorprendente e le caratteristiche uniche del Graycano, e abbiamo deciso di metterlo alla prova.

Caratteristiche principali del Graycano

Il nome del birraio è ispirato ai vulcani e il Graycano ha alcune caratteristiche che lo rendono all’altezza del suo nome. In primo luogo, la struttura a forma di V del birraio è progettata per imitare le costole di lava che si trovano spesso nei vulcani. La sua forma conica e la struttura interna sembrano effettivamente un vulcano; ha lo scopo di simboleggiare l’eruzione di sapore che produce.

Il Graycano è compatto, sicuro per gli alimenti, resistente ai graffi e facile da pulire.

Il Graycano è realizzato con un’anima in alluminio e un rivestimento tecnologico svizzero di fascia alta rinforzato in ceramica. È sicuro per gli alimenti, facile da pulire e resistente all’abrasione e ai graffi, offrendo allo stesso tempo un aspetto elegante. L’esclusiva combinazione di materiali lo rende resistente e stabile alla temperatura senza influire sul gusto del caffè. E le dimensioni compatte lo rendono pratico da usare.

Ero curioso della funzione Lava Ribs (e del loro posizionamento a spirale), poiché è qualcosa che non avevo mai visto prima su un gocciolatore di caffè. Le costole di lava di Graycano sono progettate per fornire un flusso d’acqua uniformemente distribuito. Aiutano anche ad aerare i fondi di caffè, ottenendo un’estrazione più uniforme.

Il birraio viene fornito con un manicotto di sughero fatto a mano per una manipolazione sicura, poiché il corpo in alluminio del Graycano si surriscalda durante la preparazione. È possibile scegliere tra tre colori: nero, sughero grezzo e rosso.

Il Graycano viene fornito con cinque schede di istruzioni.

Fare birra con il Graycano

La confezione viene fornita con un opuscolo di dettagli sul produttore di birra e sulla filosofia alla base della sua creazione. La guida alla preparazione inclusa indica le variabili da considerare quando si prepara il caffè filtrato come la temperatura dell’acqua, la dimensione della macinatura e il rapporto caffè/acqua. Non include un suggerimento di ricetta, che consente all’utente di sperimentare e trovare la propria tazza perfetta fin dall’inizio.

ero solito un caffè monorigine di Jayuya, Porto Rico, torrefatto da Baraka Coffeecon un profilo di tostatura medio-leggero. Ho macinato i fagioli a grana medio-grossa con il mio Comandante e ha optato per un rapporto 1:16 tra caffè e acqua. Secondo il libretto di istruzioni, l’intervallo di temperatura dell’acqua consigliato era 90°C-96°C, quindi ho optato per 92°C (197,6°F) e ho preparato per 2:30 minuti. Durante la preparazione, ho notato quanto sia stabile il gocciolatore Graycano. Le cinque pareti che compongono la struttura a forma di V sono spesse e robuste, il che significa che il gocciolatore non si ribalta facilmente e si adatta perfettamente al server.

Il Graycano si adatta perfettamente sia al mio server che alle mie tazze da caffè.

I risultati

Durante il test drive sono riuscito a produrre una tazza di caffè dal profilo pulito. L’agitazione naturale e controllata dal posizionamento a spirale delle costole di lava di Graycano ha portato a un’estrazione uniforme senza canalizzazione. La birra era corposa e dal sapore dolce, con note di cioccolato e caramello. Ero curioso di vedere se la manica di sughero emanasse aromi indesiderati mentre il birraio si stava riscaldando, ma non ho notato nulla quando ho preparato il mio caffè.

Una cosa da tenere a mente è che la combinazione di materiali del Graycano ha proprietà di ritenzione del calore. Ciò significa che se si desidera ottenere una tazza uniforme, potrebbe essere meglio scegliere una temperatura che si trovi all’estremità inferiore dell’intervallo consigliato. Questo aiuterà ad estrarre tutti gli aromi e i sapori del caffè senza esagerare.

Il Graycano è progettato per fornire un’estrazione uniforme agitando delicatamente il caffè mentre vortica attraverso le costole di lava a spirale all’interno del cono.

La guaina in sughero è ottima per proteggere le mani dal calore e offre una buona presa. Nel complesso, sono rimasto soddisfatto del Graycano. L’ho usato un paio di volte da allora, cambiando le variabili di fermentazione. Lo consiglierei a chiunque cerchi un gocciolatore manuale per caffè facile da usare e ben progettato.

Unirsi al ciclo del caffè

Nicole e Felix non volevano produrre solo un’altra caffettiera; volevano creare un prodotto con uno scopo. Ecco perché quando acquisti un Graycano, adotti automaticamente una pianta del caffè della piantagione del team, Fazenda Jacarezal a Minas Gerais, in Brasile. I clienti possono scegliere il nome dell’albero e un cartello viene fatto a mano e posizionato vicino ad esso.

Ogni anno i clienti riceveranno aggiornamenti su come stanno andando il loro albero e la piantagione, comprese eventuali sfide affrontate dall’agricoltore e dal suo team e su come le hanno superate. Questa iniziativa unica consente ai bevitori di caffè di approfondire la loro comprensione del ciclo del caffè e aiuta i produttori a costruire un modello di business più sostenibile. Se ti piace l’idea di adottare una pianta del caffè e preparare il tuo caffè con un Graycano, puoi acquistarne uno qui.

CIRCA L’AUTORE

Vasileia Fanarioti (lei/lei) è una corrispondente online senior per Rivista del baristae un copywriter ed editore freelance con un focus primario sulla nicchia del caffè. È stata anche copywriter volontaria per il NON SONO UN BARISTA NPO, che fornisce contenuti per aiutare a educare le persone sui baristi e sul loro lavoro. Puoi seguire le sue avventure su thewanderingbean.net.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *