Tortine vegane alla crema e noce moscata

crostate di crema pasticcera vegana con noce moscata da vicino

È fermamente autunno qui ora. C’è un freddo distinto nell’aria, le foglie stanno diventando gialle, arancioni e rosse e frusciano sotto i piedi. E con terrore del mio povero gatto, c’è una strana esplosione di fuochi d’artificio qua e là in attesa del giorno di Guy Fawkes il 5 novembre.

È la stagione per essere accoglienti, vero? La sera gravito sulla mia coperta, il mio divano e il mio gatto gravitano attorno a me e ci rannicchiamo comodamente insieme mentre Duncan si dimena nel suo kayak in un gelido fiume gallese (il fiume Wye locale, dove andava, è stato distrutto da le acque reflue che Gli allevamenti di uova “ruspanti” vi vomitano impunemente). Almeno questo eravamo noi la scorsa settimana. Mentre lo ammiro immensamente, sono anche davvero felice di non essere da nessuna parte vicino a un fiume freddo in questo periodo dell’anno. È divertente come i nostri misuratori di temperatura siano così in contrasto tra loro 😉 .

La cottura al forno è uno dei miei passatempi autunnali preferiti e quindi questa settimana ho pensato a un nuovo dolce che spero vi piacerà. Ho già fatto delle crostate alla crema (il portoghese pastel de nata) su questo blog ma non ho ancora preparato i loro equivalenti britannici, quindi ho deciso di affrontarli questa settimana. Le crostate alla crema inglese sono racchiuse in una pasta frolla e al posto della cannella, che caratterizza le crostate portoghesi, ricevono una generosa spolverata di noce moscata.

Come tutte le cose alla crema pasticcera, queste crostate sono tradizionalmente fatte con le uova, ma non preoccuparti, la mia versione vegana non ne contiene (ovviamente) ed è altrettanto deliziosa. Se non sei un estraneo alla pasticceria, sono abbastanza facili da preparare e presentano solo un mucchio di ingredienti semplici e facilmente accessibili. Sono stati ricevuti con entusiasmo dai miei due assaggiatori, Duncan e la mia amica Shelley, quindi spero che colpiranno anche voi.

MAGGIORI INFORMAZIONI SUGLI INGREDIENTI

Anche se può sembrare controintuitivo, dato che questi dolci tradizionali fanno molto affidamento sulle uova, la mia versione vegana non richiede molti o nessun ingrediente vegano di nicchia. È tutto molto semplice e disponibile in un supermercato più grande.

crostate di crema pasticcera vegan ingredienti crema pasticcera

FARINA AP: la pasta frolla è fatta con farina bianca per tutti gli usi (nota anche come semplice). Se vuoi farli senza glutine, usa un mix di farina senza glutine ben bilanciato e una piccola quantità di gomma di xantam per aiutare la pasta a rimanere insieme.

ZUCCHERO A VELO: lo zucchero a velo, noto negli Stati Uniti come zucchero a velo, è quello che ho usato per addolcire la pasta perché si scioglie facilmente. In sua assenza, puoi invece utilizzare 3 cucchiai di zucchero semolato (o superfino).

BURRO VEGANO: il burro vegano, noto anche come blocco vegano, fa la migliore pasticceria. Mi piace molto il marchio danese Naturli, disponibile in molti supermercati del Regno Unito. Naturli non è salato, quindi se dovessi usare burro vegano che contiene sale potresti voler aggiungere meno o nessun sale alla pasta. Se il burro vegano è fuori dalla tua portata, usa invece l’olio di cocco. La mia raccomandazione è di utilizzare la versione raffinata come questo in modo che il prodotto finale non sappia di cocco. Alla fine ho aggiunto anche una piccola quantità di burro vegano alla crema pasticcera per compensare il grasso che i tuorli d’uovo aggiungono alla versione tradizionale.

LATTE D’AVENA: Ho usato Oatly barista, un ricco latte d’avena, per fare il ripieno alla crema pasticcera. Qualsiasi latte ricco (denso, non annacquato) ti darà una ricca crema pasticcera a base vegetale. I miei preferiti sono il latte di avena, di soia e di anacardi.

ZUCCHERO SEMOLATO: lo zucchero è usato per addolcire la crema pasticcera e qualsiasi zucchero può essere usato, ma ho scelto di usare lo zucchero semolato poiché si dissolve rapidamente.

FARINA DI MAIS/AMIDO DI MAIS: la farina di mais (nota come amido di mais negli Stati Uniti) è ciò che viene utilizzata per addensare il latte vegetale al posto delle uova.

VANIGLIA: crema pasticcera e vaniglia sono un binomio inseparabile, usa la migliore vaniglia che puoi permetterti e sii generoso, la vaniglia è ciò che dà a questa crema pasticcera il suo sapore più intenso.

SALE: un buon pizzico di sale fa da simpatico contrappunto alla dolcezza di qualsiasi dolce. Ho usato sale da tavola normale e un pizzico di kala namak, comunemente noto come sale d’uovo perché sa di uova a causa del suo alto contenuto di zolfo.

CURCUMA: il più piccolo pizzico di curcuma macinata è bello da aggiungere per quel caldo che ricorda il colore della crema pasticcera, ma è totalmente facoltativo se non ne hai a portata di mano.

NOI: queste crostate alla crema vegana sono condite con una generosa grattugiata di noce moscata per un’atmosfera accogliente. Prendi la noce moscata intera nel tuo negozio all’angolo locale e grattugiala in crema pasticcera, besciamella, bolognese: la noce moscata appena macinata è molto più aromatica della sua controparte macinata.

pasticceria vegana Bakewell more

crostate vegane con crema pasticcera

crostate vegane alla crema pasticcera cruda

crostate vegane alla crema pasticcera

ripieno di crostate vegane

crostate di crema pasticcera vegan dall'alto verso il basso

crostate di crema pasticcera vegana sezione trasversale

crostate vegane in fila

PASTICCINO

  • 210 g / 1¾ tazze di farina bianca per tutti gli usi o Miscela di farina GF
  • 35 g / ¼ di tazza di zucchero a velo
  • ½ cucchiaino di sale marino fine
  • ½ cucchiaino gomma di xantam (solo se si utilizza farina GF)
  • 100 g / ½ tazza di burro vegano solido o olio di cocco raffinato
  • 45-60 ml / 3-4 cucchiai di acqua ghiacciata

RIPIENO DI CREMA

  • 300 ml di latte d’avena denso* (io ho usato Oatly barista), diviso
  • 40 g / ¼ di tazza di zucchero semolato scarso
  • 25 g / 3 cucchiai scarsi di farina di mais/amido di mais
  • 1½ cucchiaino estratto di vaniglia
  • 3 pizzichi di sale fino*
  • 25 g / 2 cucchiai di burro vegano (io ho usato Naturli) oppure olio di cocco raffinato
  • 1 noce moscata

METODO

PASTICCINO

  1. Unire la farina, lo zucchero a velo, il sale e la gomma di xantano (se si prepara la pasta GF) nella ciotola del robot da cucina. In alternativa potete fare la pasta frolla a mano – guardate le foto qui.
  2. Tritare il burro vegano (o l’olio di cocco) a pezzetti e aggiungerlo agli ingredienti secchi. Frullare la macchina un paio di volte per tagliare il grasso nella farina.
  3. A poco a poco sgocciolare in 3-4 cucchiai di acqua ghiacciata mentre sbatti il ​​composto, fermati quando il composto inizia a somigliare a pangrattato e si raggruppa nella tua mano quando spremuto – vuoi aggiungere meno acqua possibile.
  4. Trasferire la pasta frolla dal robot da cucina. Schiacciare delicatamente l’impasto con le mani in un disco, ma non impastare: maneggiare il meno possibile, altrimenti la pasta sarà dura.
  5. Avvolgete la pasta frolla in un pezzo di pellicola e fatela riposare in frigo per 30 minuti. Inizia dalla crema mentre aspetti.
  6. Togliere l’impasto dal frigo, tagliarlo in 4 porzioni e stendere ciascuna porzione su un piano leggermente infarinato fino a ottenere uno spessore di circa 2-3 mm.
  7. Preriscaldare il forno a 180°C / 355°F.
  8. Usando un tagliabiscotti grande (il mio era 9 cm / 3,5 pollici) ritaglia 3 cerchi da ogni porzione pastosa.
  9. Posiziona ogni cerchio di pasta sulla parte superiore di uno stampo per muffin e molto delicatamente e lentamente convoglia ogni cerchio nel buco, usa le dita per allineare il fondo del buco per muffin. Continua fino a quando non avrai foderato tutti i buchi dei muffin.
  10. Bucherellare il fondo delle teglie con una forchetta un paio di volte, foderare ciascuna teglia con un quadratino di carta da forno stropicciata e farcire con perline (riso o fagioli secchi).
  11. Cuocere per 10 minuti con le perline, quindi rimuovere la carta e le perline e cuocere per altri 5-10 minuti fino a quando il fondo non sembrerà più crudo. Quindi sfornare la pasta frolla e abbassare la temperatura del forno a 150° C / 300° F.

RIPIENO DI CREMA

  1. Mettere l’amido di mais in una ciotolina, versare lentamente 60 ml / ¼ tazza di latte d’avena mescolando. Mescolare bene fino a quando l’amido di mais non si è completamente sciolto e non rimangono grumi.
  2. Misura lo zucchero e il burro vegano.
  3. Mettere i restanti 240 ml / 1 tazza di latte d’avena in una pentola di dimensioni medie a fuoco basso.
  4. Lasciare che il latte arrivi quasi a bollore prima di sbattere con lo zucchero.
  5. Una volta che lo zucchero si è sciolto, versalo lentamente nell’impasto di amido di mais che hai creato al punto 1 mentre sbatti per tutto il tempo, fai sobbollire per alcuni secondi affinché l’amido di mais si attivi e addensi il composto.
  6. Ora sbatti il ​​sale (io ho aggiunto un pizzico di sale all’uovo: kala namak insieme al sale normale), la vaniglia e un pizzico di curcuma se lo desideri (solo per il colore). Togli il fuoco.
  7. Aggiungi un pezzo di burro vegano e sbattilo per incorporarlo. La tua crema pasticcera vegana dovrebbe essere liscia e lucida a questo punto. Se è grumoso, puoi passarlo al setaccio fine.

MONTAGGIO

  1. Riempite ogni teglia con la crema pasticcera (ci vorrà circa un cucchiaio per teglia), grattugiate sopra della noce moscata fresca.
  2. Cuocete in forno a 150°C per circa 15 minuti fino a quando la crema non sarà appena rappresa. Lasciare raffreddare prima di mangiare: sono migliori di giorno poiché la pasta tende a inzupparsi dal ripieno.

APPUNTI

*LATTE D’AVENA: qualsiasi latte vegetale ricco funzionerà, ma ho sviluppato questa ricetta usando il latte d’avena, quindi so che funziona di sicuro.

*SALE: ho usato sale normale e un pizzico di kala namak noto anche come sale d’uovo, che a causa del suo alto contenuto di zolfo sa di uova.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *