Un invito per l’Impact Investing in un sistema alimentare sostenibile alla COP27 – vegconomist

Giovedì scorso, Elysabeth Alfano, CEO di Investimento VegTech™ e Consulenza sull’alimentazione degli impiantiha tenuto una conferenza stampa dal titolo Impact Investing per un sistema alimentare sostenibile al vertice della COP27, insieme a Raphael Podselver, direttore degli affari delle Nazioni Unite per ProVeg International.

Relatrice invitata al padiglione Food4Climate, Elysabeth ha partecipato alla seconda settimana del vertice per discutere del ruolo della finanza e degli investimenti nell’aiutare a risolvere alcuni dei problemi più urgenti del mondo.

“Le aziende pubbliche e i mercati, così come le start-up e gli investitori di venture capital, devono farsi avanti per agire nello sviluppo di sistemi alimentari più sostenibili, investimenti in proteine ​​alternative esistenti e nuove e innovazione basata sulle piante e lavoro immediato verso la trasparenza della catena di approvvigionamento ”, ha dichiarato Alfano.

Foto: A

Uno studio del Boston Consulting Group (BCG) condotto in collaborazione con Blue Horizon afferma che l’investimento in alternative può avere un impatto da 3 a 40 volte maggiore nella riduzione delle emissioni di gas serra rispetto all’investimento in altri progressi “verdi” come materiali da costruzione sostenibili e trasporto.

Affrontare l’agricoltura animale è fondamentale per il cambiamento climatico

Alfano si è unito ad altri leader dell’industria alimentare lavorando per trasmettere il messaggio alla comunità più ampia che non avremo un impatto sufficiente sul cambiamento climatico nel tempo necessario a meno che non affrontiamo il metano e la deforestazione causati direttamente dall’agricoltura animale.

E

Secondo l’EPA, quasi un terzo di tutto il mondo emissioni di metano e il 37% delle emissioni di metano degli Stati Uniti proviene dall’agricoltura animale. Inoltre, è responsabile del 41% del deforestazione tropicale e usi 42% dell’acqua pulita del mondo.

Prima una COP: discutere dei sistemi di approvvigionamento alimentare

Il Padiglione Food4Climate è stato ospitato da A Well-Fed World, Compassion in World Farming, Food Tank, Four Paws, iPES Food e ProVeg international. Gli argomenti spaziavano da Agricoltori e una giusta transizione, Innovazione e diversificazione a base vegetale e proteica, Sistemi di perdita e spreco alimentare e Insicurezza alimentare, mentre Elysabeth ha discusso del ruolo degli investimenti pubblici e privati ​​nella creazione di un sistema efficiente, privo di crudeltà e sistema di approvvigionamento alimentare sostenibile.

Gruppo di manifestanti su strada, i giovani lottano per il cambiamento climatico - Concetto di riscaldamento globale e ambiente - Focus sul banner
©DisobeyArt

Quest’anno ha segnato la prima delle conferenze sul clima delle Nazioni Unite per affrontare il ruolo del nostro sistema alimentare nel cambiamento climatico e nell’insicurezza alimentare. Tuttavia, la discussione è stata minima con solo quattro padiglioni su centinaia dedicati all’argomento. La maggior parte dei padiglioni non ha affrontato i sistemi alimentari o il ruolo dell’agricoltura animale nel cambiamento climatico. In termini di alimenti disponibili all’evento, c’erano alcune opzioni vegane offerte in loco, ma per la maggior parte ogni pasto conteneva opzioni ad alta intensità di carbonio di manzo, pollo e pesce.

Offrendo qualche speranza, è riportato da Food Tank che “più di 150 paesi hanno ora firmato un patto globale per ridurre le emissioni di metano, 50 in più rispetto a quando gli Stati Uniti e l’UE hanno lanciato il Global Methane Pledge durante i colloqui sul clima di Glasgow lo scorso anno. ” L’attenzione alla riduzione del metano dovrebbe, sebbene non sia garantita, rappresentare una riduzione dell’agricoltura animale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *