Uno studio rileva atteggiamenti di mentalità aperta dei consumatori nei confronti di prodotti lattiero-caseari senza animali – vegconomist

Ricerca pubblicata sulla rivista Frontiere della nutrizione ha esaminato l’atteggiamento dei consumatori nei confronti dei prodotti lattiero-caseari senza animali.

Prodotti utilizzando la fermentazione di precisione di microrganismi, i latticini senza animali contengono proteine ​​identiche a quelle che si trovano nei latticini convenzionali. Sebbene la fermentazione sia stata a lungo utilizzata per produrre vari ingredienti privi di animali, la tecnica sta affrontando un controllo crescente a causa del suo utilizzo nei prodotti a base di proteine ​​alternative.

“Siamo molto orgogliosi di farlo contribuire a far avanzare la comprensione di tutti della fermentazione di precisione

La nuova ricerca è stata condotta dal professor Garrett Broad della Rowan University, insieme ai ricercatori dell’organizzazione benefica Mercy for Animals e dell’azienda lattiero-casearia senza animali Formo. I ricercatori hanno condotto interviste con focus group di potenziali consumatori provenienti da Stati Uniti, Germania, Regno Unito e Singapore.

A questi gruppi sono stati presentati inquadramenti positivi e negativi di latticini privi di animali e gli è stato chiesto di valutarli. I risultati hanno mostrato che i consumatori erano scettici nei confronti di affermazioni sia eccessivamente positive che eccessivamente negative, ma erano in gran parte convinti dalle argomentazioni sul benessere degli animali e sulla sostenibilità.

© Modulo

I risultati supportano la ricerca precedente

Mentre c’era una certa confusione tra coloro che pensavano che i prodotti lattiero-caseari privi di animali fossero collegati agli OGM, nel complesso i consumatori erano favorevoli all’utilizzo delle nuove tecnologie per risolvere i problemi del sistema alimentare. Il gusto e il rapporto qualità-prezzo erano le considerazioni più importanti per la maggior parte dei consumatori.

Precedenti ricerche di Formo hanno anche riscontrato atteggiamenti positivi nei confronti dei latticini privi di animali, con il 71% degli intervistati in un sondaggio che affermava che sarebbe disposto ad acquistarli. Altre ricerche hanno rilevato che i consumatori erano entusiasti e curiosi del concetto, vedendo prontamente i vantaggi.

“Fare alla grande il formaggio non significa nulla se le persone non lo apprezzano o, peggio, ne hanno paura”, ha affermato Oscar Zollman Thomas, ricercatore capo del progetto di Formo. “Siamo molto orgogliosi di farlo aiutare a far avanzare la comprensione di tutti della fermentazione di precisione e di come può cambiare da dove prendiamo le nostre proteine”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *